Libri e novità letterarie
Contattaci - libri@oggiblog.it




​​​

” Invisibile è la tua vera patria: Reportage dal declino. Luoghi e vite dell’industria italiana che non c’è più ” di Liviano D’Arcangelo

Un’opera letteraria anomala, a metà tra il reportage giornalistico e la prosa, con slanci narrativi che fanno dimenticare il punto di partenza per portarci altrove.
Invisibile è la tua vera patria (Il Saggiatore) di Giancarlo Liviano D’Arcangelo è un viaggio italiano, da sud a nord, nei luoghi che hanno subìto la scomparsa o il ridimensionamento del lavoro; sono tutti posti in cui la presenza dell’industria ha trasformato il paesaggio e inciso le esistenze delle persone che hanno vissuto lì.
L’Ilva di Taranto, l’Olivetti di Ivrea, la ex centrale nucleare del Garigliano, il villaggio operaio di Crespi d’Adda, la Palermo ottocentesca dei Florio, la miniera sarda dismessa a Montevecchio, e infine LunEur, l’ex luna park della capitale.
L’autore ha usato alcune guide, memorie storiche dei luoghi stessi. Emblematico il caso di Amedeo, ottantenne ex lavoratore dell’Ilva di Taranto, rimasto vittima, molti anni fa, di un incidente che lo ha reso cieco. Eppure, a distanza di decenni, Amedeo riesce ancora a distinguere i luoghi dall’odore e grazie a quel cortocircuito dei sensi ascoltiamo la storia di Martino Calimero, spietato selezionatore abusivo del personale, un uomo che reclutava decine di operai prelevandoli dalle campagne.
Sono storie di cui sentiamo il bisogno, ormai abituati, quasi assuefatti al solo sentire la parola Ilva, proiettati in un orizzonte più mediatico che narrativo.
Abbiamo bisogno di una scrittura che ci restituisca la vita irrespirabile, l’essere inconciliati di fronte al ricatto: Meglio morire di cancro, che di fame».
Giorgio Falco, La Repubblica

Editore : Il Saggiatore – Pubblicazione : Maggio 2013 – Prezzo : Euro 16,00



Stampa questo articolo

Rispondi