Libri e novità letterarie
Contattaci - libri@oggiblog.it




​​​

“A MOSCA SOLO ANDATA. LA TRAGICA AVVENTURA DEI COMUNISTI ITALIANI IN RUSSIA ” di Arrigo Petacco

Questo libro racconta la storia dell’”emigrazione politica” dei comunisti italiani riparati in Unione sovietica dopo l’avvento del fascismo con l’entusiasmo di poter partecipare alla costruzione del socialismo, e che invece, oltre alla delusione dei propri ideali, vi trovarono una cella di prigione e, talvolta, persino la morte. Attraverso grandi (e piccole) vicende umane, Arrigo Petacco tratteggia il dramma di molti giovani illusi; l’atmosfera ambigua e inquietante del Lux, l’albergo dove alloggiavano i compagni “dirigenti”; la misera sorte di tanti “figli del partito” rimasti senza genitori. Tutti i comunisti esuli erano stati preceduti da una scheda compilata dal partito, nella quale erano elencati gli “errori” (deviazionismo, trotzkismo, ecc.) da loro commessi e poi corretti, schede che forniranno agli inquisitori di Stalin le prove decisive per fucilarli o spedirli nei gulag. Quanti chiesero l’”onore” della cittadinanza sovietica furono paradossalmente i più sfortunati, perché persero ogni diritto, mentre a coloro che rimasero italiani andò un po’ meglio: qualcuno tornò a casa, sia pure a prezzo del silenzio. Dei sopravvissuti, pochissimi hanno raccontato la loro drammatica esperienza nella “patria dei lavoratori”. Oggi Arrigo Petacco prova a ricucire la trama di questa cupa storia del Novecento.

Edizioni : Mondadori ( Collana Le Scie ) – Pubblicazione : Ottobre 2013 – Prezzo : Euro 19,00



Stampa questo articolo

Rispondi